Molte fedi sotto lo stesso cielo

Committente: Acli provinciali di Bergamo
Anno:
2016
Ruolo:
addetto stampa

Per il terzo anno consecutivo mi occupo delle relazioni con i media per la rassegna culturale Molte fedi sotto lo stesso cielo. Ho realizzato anche alcuni spot video per il sito e la conferenza stampa.

Lo spot con Silvano Petrosino (gli altri sul sito www.moltefedi.it)

Committente: Acli provinciali di Bergamo
Anno:
2015
Ruolo:
addetto stampa

Molte fedi 2015

Per il secondo anno consecutivo mi sono occupato delle relazioni con i media per la rassegna culturale Molte fedi sotto lo stesso cielo. Ho realizzato anche alcuni spot video per il sito e la conferenza stampa.

Lo spot con Lella Costa (gli altri sul sito www.moltefedi.it)

 

Committente: Acli provinciali di Bergamo
Anno: 2014
Ruolo: addetto stampa

moltefedi2014

Molte fedi sotto lo stesso cielo – Per una convivialità delle differenze è il ciclo d’incontri organizzato dalle Acli provinciali di Bergamo. Ogni anno coinvolge più di 40 mila persone e prova ad affrontare la sfida epocale del mondo plurale in cui viviamo, attraverso la conoscenza e l’approfondimento del cristianesimo stesso e delle altre religioni, educando al dialogo e al confronto interculturale e interreligioso. Lo fa con incontri e dialoghi con testimoni di alto profilo, ma anche attraverso momenti di convivialità e culturali: dal cinema alla musica, dal teatro ai percorsi artistici e storici, dalla formazione dei giovani e per le scuole alle visite guidate, dalle cene agli itinerari a piedi, dalle letture di testi religiosi a momenti di preghiera e riflessione. Il tema dell’anno è Non abbiate paura! Tracce di speranza per l’uomo d’oggi.

Per la manifestazione ho curato i contatti con gli organi di informazione locale e nazionale. Tutti i singoli eventi (80 in calendario, 50 mila presenze tra il pubblico) sono stati annunciati o seguiti dai media. Alla conferenza stampa d’apertura erano presenti sei giornalisti di sei testate bergamasche e l’iniziativa è stata riportata anche su altri otto giornali.

 

 

Lascia un Commento